Le storie di Dora

Serata d’aceto; comitive di pipistrelli. Irma tornò a casa sola. La paura le precipitò il passo. I brividi ai piedi, il terrore d’incappare nei ratti, che fetenzìa. Cumuli d’immondizia accanto all’erba secca. Lavatrici, vasche, gomme, batterie, materassi, pannolini, ferri, mazze, palloni, scarpe, preservativi, carne. Cafoni e signori buttavano la munnìzza in strada. Irma arricciò il naso. Si tappò le narici con indice e pollice e corse all’impazzata.

© micolgraziano | TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...