Le storie di Dora

Io sono pura, confessò al Dottore. Lo so, mi sento in pace, ora, bisbigliò lui con una smorfia tonta. Ci vai a trovare quella persona lassù?, chiese Dora, l’indice al cielo. Chi persona…?Bene, andiamo, proprio bene. Non hai capito di chi parlo? Che effetto ti fa questa?, e gli puntò davanti la croce che sfoggiava al collo. Ah, rispose il Dottore stralunato. Dora gli ordinò di baciare quella persona, il Dottore ubbidì, ma Dora spostò bella bella il laccetto e le labbra di lui finirono da un’altra parte. Cuore Candido lo rimproverò, con un buffetto sulla guancia, annunciando sciagure, Lo sapevo. Guarda, sta’ attento a te, perché le punizioni dall’alto arrivano, arrivano. Che stai dicendo? Vedrai, vedrai. Gli sfiorò il mento con l’unghia e s’aggiustò la scollatura. Il Dottore non ci capiva tanto di santi e di chiese e tutto il resto. Quando aveva pregato mai. Non sapeva che dire a Dora; muoveva il piede a stento, su gusci di uova. Cuore Candido dominava. Il cascamorto era esposto nella sua bacheca.

©micolgraziano | Tutti i diritti riservati

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...