Diario

Ho lavorato come cameriera per un periodo. Ero sui pendolini Zurigo Ginevra. Non sapevo servire ai tavoli. Imparai da un barista iracheno che si chiamava Radi. M’insegnò a versare la birra e a tenere i soldi in mano quando si dà il resto. Era un uomo buono e mi parlava del suo paese, del pollo e del riso, e di quanto era orrenda la guerra. Fu un bravo maestro e la sera, a fine turno, mi lasciava con un saluto speciale: ‘bye bye ciao ciao’. Ricordo un egiziano con i baffetti che girava col carrello delle bibite. Una volta, dopo anni, lo rividi in treno, e mi offrì un panettone. Sono grata alla vita per tutte le cose belle che mi ha dato. I’m blessed.

©micolgraziano | Tutti i diritti riservati

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...