Sangue nel bagno

Dico elefante e penso a un racconto di Josè Saramago. Non ho mai finito di leggerlo. Elefante è però anche bacio, nella mia memoria. Ci baciammo in barca. Una gita al lago. Quella mattina mi svegliai molto presto. Temevo di fare tardi. Vivevo assieme ad alcune tedesche. Avevo l’appuntamento con Urs e feci tutto di corsa. Lasciai del sangue nel bagno. Quando tornai, nottetempo, un cartello mi invitava a pulire. Ero troppo innamorata per provare vergogna. Per sputarmi in faccia.

©MicolGraziano | Tutti i diritti riservati

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...