Bo

Caro Bo, oggi è una fantastica giornata di sole. E mi sento in una pagina di Virginia, la nostra Virginia, che tu leggevi a Parigi, mentre guardavi la Senna. E piangevi a sentir parlare la Signora Dalloway e io ti chiedevo perché. Il canto delle allodole…la primavera…quell’onda che sentivamo quel giorno che sai, noi due soli, all’Elba…oggi rivedo la nostra vita e il cuore si rallegra: un tumulto; è bello, è un’emozione tutta nuova. Sorrido d’una gioia che non so dirti. Oggi canto e voglio gridare e gridare che t’amo. Sono libera, come tu mi hai insegnato ad essere. Ora danzo e sono ninfa e sono dea. E di niente ho paura. Sì, Bo, sono felice come una bambina, quando giocavo in cortile, tra palloni gialli e blu. E mangiavo pane caldo e buono. Voglio raccontarti questa felicità, piccolo grande amore mio, non c’è un perché. Sono felice e basta. Di questo momento, di noi. Sì, di quello che siamo. Della nostra vita semplice. Le rose hanno un colore bellissimo, oggi. Sono rosse, rosa, bianche e gialle. E il nostro giardino è un paradiso, il nostro Eden, come lo chiami tu. Tra poco sarà il tuo compleanno, io andrei a piedi a prenderti le stelle. Bo, oh Bo, sei il tesoro che ho sempre desiderato. Je t’aime. P.

© Micol Graziano | diritti riservati

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...